OSTEOPATIA
BIOCENTRICA

Velia Tortora

Continua

tutto quello che  si sviluppa nel nostro organismo è la perfetta risposta alla nostra esperienza biologica con uno specifico traslato emotivo...
il corpo si ammala attraverso un linguaggio preciso, perché la mente mente, il corpo no!
Mi chiamo Velia,
sono Osteopata e mi occupo di terapia Olistica da più di vent'anni.
Ho scelto questo ramo della medicina alternativa perchè credo nel potere di autoguarigione che è insito in ogni organismo vivente e nel potere energetico della materia. Ogni giorno ricerco, studio, miglioro le conoscenze e applico il mio protocollo terapeutico sui pazienti.
Instaurando il necessario legame empatico tra terapista e paziente cerco di ristabilire con "le mani" il bilanciamento naturale del corpo e della mente creando il corretto allineamento posturale e sciogliendo i "nodi emotivi" che ci condizionano inconsapevolmente.
Nell'ambito specifico della terapia, ho abbracciato la tecnica di DeJarnette (detta dei Blocchi), l'ho interiorizzata, rendendola una metodologia standard nei miei trattamenti, cominciando ad accumulare esperienza e catalogare casi clinici.
Da diversi anni condivido la mia esperienza di terapeuta e ricercatrice come docente di Osteopatia presso le Scuole di Osteopatia in Italia e all'estero, in due corsi post graduate (1° e 2° livello) nei quali espongo la Metodologia dei Blocchi.
Il percorso professionale è indissolubilmente legato al percorso di vita, è impossibile parlare di me senza parlare del mio lavoro e viceversa.
La ricerca non sarà mai finita e da qualche anno come ballerina di tango e amante del tango, cerco di unire in un "abbraccio" queste due forti passioni: tango e osteopatia, connubio perfetto tra forma equilibrio e armonia.

velia tortora

postura nel tango
STUDI:
- liceo classico umberto I, napoli
- diplomata in scienze motorie isef, napoli
- diplomata in scienze della riabilitazione, napoli
- diplomata presso la scuola c.e.r.d.o. roma in osteopatia (anno di conseguimento del d.o. 1998/1999)
- tesi di diploma: "la tecnica dei blocchi ha effetti sul sistema neuro-vegetativo?"
- docente di osteopatia presso la scuola c.e.r.d.o.
- dal 2000 studia e sperimenta l'elaborazione teorico/pratica di una metodologia osteopatica,utilizzando la tecnica dei blocchi di DeJarnette, intesa come "linguaggio osteopatico universale"

CORSI DI FORMAZIONE:
- la tecnica dei blocchi: s. meallet
- centrage sensitif osteopathique:  t.dubois. - p.hansroul
- tecniche cranio-sacrali: j.e. upledger
- rilascio somato-emozionale: d.maggio
- osteopatia in ambito somato emozionale 4° livello: j.d.moll
- congresso internazionale sulla fascia: Boston - USA
- osteopatia viscerale 3° livello: j.m. campigotto
- dinamiche morfologiche ed embrionali: jaap van der wal
- le 5 leggi biologiche del dott. hamer
- il metodo dejarnette di pierre therbault

ATTIVITÀ:
- svolge l'attività di libera professionista in qualità di osteopata  negli studi privati di napoli  [zona chiaia]
- precedentemente docente presso la scuola c.e.r.d.o. [roma]
- docente presso ORI Università degli Studi di Potenza, Corso Master Osteopatia [potenza]
- precedentemente docente presso la scuola ATSAI [bari]
- precedentemente docente presso la scuola EOP [roma]
- post-graduate presso la scuola OSTEOPATHIC COLLEGE [trieste]
- organizza gruppi di studio e ricerca osteopatica in Italia e all'estero

Le ultime attività

  • OSTEOPATIA BIOCENTRICA
    A PARTIRE DA 2019 IL CORSO METODO DEI BLOCCHI CAMBIA NOME E FINALITÀ

    • Il metodo dei Blocchi è stato studiato, messo a punto e sperimentato in 20 anni di pratica e di clinica osteopatica sui miei pazienti.
      Dejarnette, chiropratico americano, è l’inventore di questo geniale METODO DI CURA, da me elaborato su chiave osteopatica.

    • Ha senso oggi un cambio di nome, dato che del metodo originario, rimane ben poco come concetto base e approccio filosofico/pratico.
      Gli strumenti di lavoro i blocchi sono gli stessi, ma vengono da me utilizzati in un contesto di ragionamento e di approccio clinico al paziente completamente differenti, perchè sono differenti i punti di partenza e le filosofie delle due discipline: chiropratica e osteopatia.

    • Dunque sempre nel rispetto assoluto della sua origine, la Sacro Occipital Tecnique SOT e del suo inventore DEJARNETTE, oggi mi sento di poter divulgare una metodologia osteopatica che ha assunto tutt’altra connotazione rispetto al metodo originario.

    • Si trasforma in una sintesi metodologica osteopatica, che cura il paziente in 3D, nel rispetto assoluto dei principi dell'osteopatia.
      In questa rivisitazione, le tre categorie, che Dejarnette inquadrava solo dal punto di vista strutturale, rappresentano i  tre possibili adattamenti del sistema vivente: strutturale, viscerale, duramerico, sono i 3 sistemi fasciali sui quali l’osteopata lavora, cosi da non considerare solo la parte meccanica sulla quale invece lavora il chiropratico.

    • Il termine osteopatia BIOCENTRICA, indica il punto di partenza della mia analisi sul paziente, IL CENTRO O ASSE CENTRALE e non la periferia del corpo, secondo l’approccio osteopatico classico. Il metodo 3D BOS è una sintesi osteopatica, un approccio fenomenologico, riferibile alla triade corpo/mente/psiche e al riequilibrio sinergico delle tre dimensioni dell’essere, come A.T. STILL, il precursore dell’arte osteopatica, insegna.
  • CORSO DI DUE LIVELLI SULLA METODICA DEI BLOCCHI E SINTESI
    CORSO DI DUE LIVELLI SULLA METODICA DEI BLOCCHI E SINTESI OSTEOPATICA.

    A CHI È RIVOLTO: Il corso è rivolto a tutti gli osteopati D.O. e allievi di scuole di osteopatia.

    LA SALUTE È UNA SCELTA
    "la miglior cosa che un osteopata può fare per una persona che soffre è rendere operative le forze che esistono nel corpo"
     
    NON PERDERE L’OCCASIONE DI APPRENDERE UN METODO OSTEOPATICO CHE...
    Leggi tutto...
  • Studi a Napoli
    LA MIGLIOR COSA CHE UN OSTEOPATA PUO' FARE E' RENDERE OPERATIVA LA FORZA VITALE DELLA PERSONA CHE SOFFRE.
    Il trattamento Osteopatico è indicato in tutti i casi di dolore e di disturbi funzionali, è un eccellente mezzo di prevenzione e di "CURA DELLA SALUTE" ed è doveroso in particolare per le donne durante la gravidanza e per l'età neonatale. Il punto di forza del successo terapeutico è nell'ASCOLTO EMPATICO DEL PAZIENTE che include, non solo un'accurata ANMNESI, ma anche una DEDIZIONE UMANISTICA verso colui che cerca aiuto.
    Leggi tutto...

La salute è una scelta

"la miglior cosa che un osteopata può fare per una persona che soffre è rendere operative le forze che esistono nel corpo"

(lo mejor que cualquier osteópata puede hacer por un paciente es hacer operativas las fuerzas que existen dentro del propio cuerpo)

[ andrew taylor still ]

contattami

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish.

Read More